Voucher Socio Sanitario

DIAGRAMMA-VOUCHER

Il Voucher Socio-Sanitario è un servizio erogato dalla Regione Lombardia per la gestione dell’assistenza domiciliare. Equivale ad un contributo economico non in denaro ma sotto forma di “titolo di acquisto”, erogato attraverso le ATS (ex ASL), che può essere utilizzato esclusivamente per ottenere prestazioni gratuite di assistenza domiciliare socio-sanitaria integrata da soggetti accreditati, pubblici o privati, profit e non profit, svolti da personale professionalmente qualificato.

Nel caso del Voucher Socio-Sanitario l’assistenza può includere gli interventi di infermieri professionali, fisioterapisti, ausiliari socio-assistenziali e operatori socio-sanitari, medici specialisti e psicologi.

La richiesta di apertura del Voucher Socio-Sanitario viene presentata all’ATS (ex ASL) di residenza dal medico di medicina generale dell’assistito, su segnalazione delle famiglie, dei servizi sanitari o sociali del territorio o dei servizi ospedalieri. Il personale dell’ ATS effettua una visita a domicilio del paziente per rilevarne i problemi e i bisogni assistenziali e, se ritenuto necessario, provvede alla emissione del Voucher della durata di 30 giorni. Tale emissione equivale ad un’autorizzazione che dà diritto al paziente e alla famiglia di scegliere a quale organizzazione affidare la cura e l’assistenza socio-sanitaria.

Qualora l’utente scelga l’Associazione Sartori, sarà contattato direttamente dal medico dell’Associazione stessa e dall’ infermiere professionale, i quali definiranno un piano di cura e di assistenza che verrà posto in atto entro le successive 24 ore. Ogni infermiere professionale sarà disponibile dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle ore 20, per le visite a domicilio. Per la domenica è garantita una reperibilità telefonica che comporta, se necessario e nei casi gravi, la visita al domicilio del paziente.

Il Voucher di durata mensile può essere rinnovato su richiesta dei nostri operatori professionali che svolgono le prestazioni a domicilio e con la necessaria approvazione dell’ATS.

Se l'ATS (ex ASL) dovesse ritenere non necessaria l’erogazione del Voucher Socio-Sanitario, l’Associazione può subentrare, per sua autonoma decisione, nell’assistenza gratuita domiciliare.